MUSICA, RICORDI ED EMOZIONI PER I 20 ANNI DEI CENTRI SOCIO CULTURALI

Atmosfera festosa e pubblico delle grandi occasioni ieri alla Sala dei Notari per festeggiare i 20 anni di attività dei Centri Socio Culturali e dei loro cori, che hanno allietato il nutrito pubblico sotto la direzione dei Maestri Maurizio Vignaroli, Marco Bocciarelli, Ermanno Brenci con la partecipazione della Filarmonica di Castel del Piano L.Cirenei diretta dal Maestro  Roberto Mancini.

 Ad aprire i lavori è stato il Presidente del Coordinamento Loreno Mercanti, che ha ripercorso le tappe più significative di questi due decenni di attività dei Centri Socio Culturali e dei cori, con il prezioso intervento del precedente  Presidente Nazareno Tardioli.

Attimi di commozione durante la proiezione del video celebrativo dei gruppi corali dove, tra gli applausi, sono stati ricordati anche i soci ormai scomparsi ma sempre presenti nei cuori e nella memoria di quanti ancora oggi animano i centri ed i laboratori musicali.

Un importante contributo medico è stato portato dalla Dott.ssa Amici, neurologa della Asl Umbria 1 esperta di disturbi cognitivi e demenze senili, che ha sottolineato l’importanza della socializzazione, del movimento ma anche di attività come il canto, che coinvolge mente, corpo e componente emotiva, nel mantenimento attivo della memoria e della persona anziana nella sua interezza.

A portare il saluto ed il ringraziamento dell’Amministrazione comunale è stata l’Assessore alle Politiche Sociali Edi Cicchi che ha ulteriormente evidenziato l’importanza dei Centri Socio Culturali sotto tutti i punti di vista, sia appunto quello medico-scientifico, sia quello sociale.

Leggi tuttoMUSICA, RICORDI ED EMOZIONI PER I 20 ANNI DEI CENTRI SOCIO CULTURALI

ANZIANI 3.0: FARE PER ESSERE

Il 27 febbraio 2016 nel corso  del Seminario sull’invecchiamento attivo presso la Scuola di Amministrazione Pubblica di Villa Umbra- Pila.
Il Presidente Loreno Mercanti presenta la relazione sull’attività del Coordinamento.

L’obiettivo, del Coordinamento e dei Centri Socio Culturali è quello di rendere i centri luogo di riferimento del territorio per aggregazione, socializzazione, formazione e informazione cercando di aumentare gli iscritti, le attività e migliorare i servizi ai progetti fino ad oggi attuati.

Negli anni 80/90 le comunità dei paesi chiedono al Comune di avere un luogo dove i pensionati possano ritrovarsi e passare del tempo insieme. Il comune concede locali di sua proprietà o locali presi in affitto e crea così i Centri Anziani Onlus. La gente si ritrova in questi Centri di “Ricreazione” per giocare a carte, a bocce, creare laboratori, organizzare gite. Per sostenere il progetto il comune si fa carico di ogni tipo di spesa (anche le utenze, per intenderci). In seguito, i centri diventano Centri Socio Culturali A.P.S. (dal 2009). Il rapporto Centri- Comune viene regolarizzato da una convenzione dove le spese di gestione dei centri, la manutenzione ordinaria e le assicurazioni sono a carico dei centri stessi (Autogestione). Viene ai Centri affidata la tutela dell’ambiente, del territorio, la manutenzione delle aree verdi e la gestione del CVA. Nel 1997, con delibera comunale e protocollo di intesa tra i sindacati dei pensionati Cgil, Cisl, Uil e le associazioni di volontariato Auser, Ada, Anteas e Coop. Nuova Dimensione, nasce il Coordinamento dei Centri anziani Onlus, e diventa nel 2011 Associazione Coordinamento Centri Socio Culturali APS. Dalla nascita, la guida del Coordinamento viene affidata a Nazareno Tardioli che amministrava con oculatezza e serietà il Coordinamento fino al maggio del 2014. Con il protocollo di intesa viene dato al coordinamento il compito di organizzare nei centri le principali attività laboratoriali.

I progetti e alcune attività dei centri, vengono di fatto realizzate con il contributo del comune e della regione. Il comune finanzia in parte i laboratori di Canto Corale, Pittura, Ballo Popolare, Macramè e i progetti La Terza età in palestra e Soggiorni estivi; la regione interviene con dei contributi per il sostentamento dei centri stessi. Dal 2012, che è stato l’anno europeo dell’ “invecchiamento attivo”, la Regione Umbria ha emanato la legge L.r. n. 14 del 27 settembre 2012, che prevede “ la programmazione degli interventi coordinati dalla Regione negli ambiti di protezione e promozione sociale, della formazione permanente, della cultura, del turismo, della prevenzione e del benessere.” 

Leggi tuttoANZIANI 3.0: FARE PER ESSERE

Attività organizzate dal Coordinamento

Terza età in Palestra Attività motoria in palestra e piscina: sulla barra principale (in alto) cliccando sulla pagina La terza età in palestra avrai una breve descrizione di cosa si tratta. Il depliant con il  PROGRAMMA delle attività in palestra e piscina per la stagione 2015-2016  è disponibile cliccando   qui    —–> dep_2015_EST (facciata ) e dep_2015_INT (interno). … Leggi tuttoAttività organizzate dal Coordinamento